A&S Watch Sport 2014

In questa seconda edizione, i 17 aspetti considerati nello studio sono: 1.Facilities Management: tracciatura e riduzione degli impatti operazionali, incluso le pratiche di green building, ed eventi (certificazioni: LEED, ISO 14001,SA8000, EMAS, ReSport , BS8901, ISO50001, etc.)  2. Energia: approvvigionamento dell’energie, uso, conservazione e politiche per le energie rinnovabili  3. Climate Change: problematiche relative alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra (GHG – Greenhouse Gas) e agli sforzi per la mitigazione del cambiamento climatico. Riduzione delle emissioni NOx, Vox, etc  4. Acqua:  approvvigionamento, consumo, conservazione e riciclo  5. Rifiuti: eliminazione o minimizzazione dei rifiuti solidi, gestione e-waste, riciclo, raccolta differenziata  6.Packaging: impegni per minimizzare gli imballaggi, l’uso di materiali biodegradabili, e la promozione di riciclo e riuso del materiale d’imballo  7. Trasporto e Logistica: sostenibilità dei trasporti, della logistica e della distribuzione di prodotti e personale  ....... >

A&S Watch Ristorazione Aziendale e Collettiva - 2016

Il perimetro dello studio è molto ampio ed include: la ristorazione in Imprese, Scuole, Università, Sanità, Terza Età ; service e Fast food;- il catering-banqueting per Ricevimenti - Congressi - Fiere. Lo studio analizza: Processi e Risorse Umane - acquisto di materie prime / semilavorati (affettati, porzionati, etc.) / trasformati (piatti pronti) e logistica in ingresso, modalità di gestione, organizzazione della produzione e dei locali di produzione e di usufrutto, preparazione e cottura dei pasti (veicolati e quindi in cucina esterna o in cucina collegata alla sala di consumo), raccolta e gestione dei rifiuti, gestione sostenibile dei locali, gestione della struttura indiretta e degli uffici incluso i materiali, diversità nella dieta e nella preparazione dei pasti (diete di diverso tipo, vegana, bio, etc.), formazione e sviluppo   Certificazioni – ISO 9001, HACCP, ohsas18001, ISO 14001, ISO 22000 (tracciabilità di filiera), Emas, Bio, ISO 50001, SA8000, etc. Intolleranze e linee di preparazione – nichel (da attrezzature da cucina), glutine, crostacei, latte, Bio, etc. Protezione dell’utente – aflatossine da latte e derivati, batteri – ormoni - metalli pesanti da pesci e carni e uova, affidabilità dei luoghi di provenienza e dei fornitori, etc. Sostenibilità ambientale - sociale – etica nella supply chain e nella gestione della produzione e dei locali. Consumi di energia –gas – acqua ed emissioni di Co2. Politiche di sviluppo sostenibile  Livello di approfondimento in Supply Chain: modalità di gestione della catena freddo (-20°), fresco(0-2°), secco, Carni sino al macello (provenienza italiano o europea o extra) con ck su norme per animali e mangimi, pesci in genere surgelati dove importa la provenienza e la certezza dell’identità del pesce (analisi di DNA, controllo etichette, imballaggi, shelf life residua visibile, politiche di welfare animale, etc.), frutta e verdura (provenienza, SLR e data), scatolame e imbustati (provenienza, SLR e data), etc. >

A&S Watch e-Waste 2014

E-Waste:   rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche o semplicemente rifiuti elettronici (talvolta citati anche semplicemente con l'acronimo RAEE, in lingua inglese: Waste of electric and electronic equipment (WEEE) o e-waste), sono rifiuti di tipo particolare che consistono in qualunque apparecchiatura elettrica o elettronica di cui il possessore intenda disfarsi in quanto guasta, inutilizzata, o obsoleta e dunque destinata all'abbandono.  I principali aspetti da considerati nello studio sono: •La presenza di sostanze considerate tossiche per l'ambiente •La scarsa o non-biodegradabilità di tali apparecchi •Rischio di abbandono nell'ambiente o in discariche e termovalorizzatori (inceneritore) con conseguenze di inquinamento del suolo, dell'aria, dell'acqua  e ripercussioni sulla salute umana. •Cattiva gestione nei paesi in via di sviluppo e poveri (Asia e Africa) •Vanno trattati correttamente e destinati al recupero differenziato dei materiali di cui sono composti, come il rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro, piombo, mercurio, evitando così lo spreco di risorse che possono essere riutilizzate per costruire nuove apparecchiature e riducendo l’impatto ambientale. •Reverse logistics (programmi di restituzione di Hewlett Packard, Apple, etc) •Riutilizzo per donazioni (Banco Informatico in Italia) e business (prodotti ricondizionati) •Regolamentazioni:  direttiva RAEE (o Direttiva WEEE, da "Waste of electric and electronic equipment"), recepita in Italia dal Decreto "RAEE". •Normative:  normativa comunitaria RoHS 2002/95/CE, da USA la «Conflict Minerals» >

A&S Watch Water Footprint - 2014

L’impronta idrica (Water Footprint) è un indicatore del consumo di acqua dolce che include sia l’uso diretto che indiretto di acqua da parte di un consumatore o di un produttore. L’impronta idrica di un singolo, una comunità o di un’azienda è definita come il volume totale di acqua dolce utilizzata per produrre beni e servizi, misurata in termini di volumi d’acqua consumati (evaporati o incorporati in un prodotto) e inquinati per unità di tempo. Nella definizione dell’impronta idrica è data inoltre rilevanza alla localizzazione geografica dei punti di captazione della risorsa. Alcuni degli aspetti considerati: Aggiornamento normativo Quantificazione e localizzazione dell’impronta idrica di un prodotto o di un processo nel periodo di riferimento Valutazione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica dell’impronta idrica   Individuazione delle strategie di riduzione della stessa >

A&S Watch Fashion - Retail 2014

Il settore della Moda è, nonostante il critico momento economico, un settore ancora trainante dell’economia sia a livello nazionale (il sempre forte “made in Italy”)  che internazionale e si nota una  presa di forte coscienza per le tematiche di sostenibilità ambientale e sociale da parte  di molte aziende. Lo scopo del nostro studio è quindi quello di far conoscere le iniziative ed i progetti più significativi messi in atto dalle aziende del  settore sugli aspetti della sostenibilità ambientale, sociale ed etica, cioè della tutela dell’ambiente e delle risorse umane coinvolte nella loro filiera produttiva. Lo studio non ha l’aspettativa di essere esaustivo, ma si propone di offrire  una sintesi del settore per chi è interessato alla tematica, quindi ad operatori del settore, a fornitori, a clienti e consumatori.     >

A&S Watch Fashion - Luxury 2014

Il settore della Moda è, nonostante il critico momento economico, un settore ancora trainante dell’economia sia a livello nazionale (il sempre forte “made in Italy”)  che internazionale e si nota una  presa di forte coscienza per le tematiche di sostenibilità ambientale e sociale da parte  di molte aziende. Lo scopo del nostro studio è quindi quello di far conoscere le iniziative ed i progetti più significativi messi in atto dalle aziende del  settore sugli aspetti della sostenibilità ambientale, sociale ed etica, cioè della tutela dell’ambiente e delle risorse umane coinvolte nella loro filiera produttiva. Lo studio non ha l’aspettativa di essere esaustivo, ma si propone di offrire  una sintesi del settore per chi è interessato alla tematica, quindi ad operatori del settore, a fornitori, a clienti e consumatori. Il settore moda è molto vasto e raggruppa varie tipologie di prodotti, non soltanto vestiti ma anche  accessori come ad esempio scarpe e borse. In questo studio non vengono, appositamente, trattati gli argomenti relativi ai gioielli, orologi e quant’altro che spesso sono parte del portfolio di prodotti di un’azienda di moda. Quest’ultimi verranno infatti trattati in un altro specifico studio nel 2014. >

A&S Watch Business Travel – HRG 2013

Dopo il successo di interesse per i contenuti ed il valore dello studio A&S Watch Business Travel 2011, HRG ha confermato la sua disponibilità per la realizzazione della sua seconda edizione. Acquisti & Sostenibilità ha aggiornato ed integrato la prima edizione con nuovi contenuti allargando il perimetro anche ai trasporti pubblici, ormai divenuti parte integrante della mobilità aziendale a seguito dell’inserimento di travel policy restrittive su missioni e riduzioni dei costi correlati. >

A&S Watch Sport - IMQ 2012

A&S Watch Sport , pubblicato nel 2012,  è uno studio realizzato specificatamente sul tema della Sostenibilità nello Sport. >

A&S Watch Business Travel - HRG 2011

A&S Watch Business Travel, pubblicato nel 2011, è uno studio realizzato specificatamente sul tema del Business Travel Sostenibile. >